Cinzia Spata

 

Guarda il video
www.myspace.com/cinziaspata
Facebook

Siciliana di nascita, Cinzia Spata inizia, sin da giovanissima, a seguire un percorso musicale molto personale. Vocalmente abile e fantasiosa, Cinzia spazia tra vari generi musicali, lavori teatrali e partecipazioni radiotelevisive.
La sua “specializzazione” però è il jazz vocale, stile che l’ha portata ad esibirsi in importantissimi Festival, teatri e clubs di molte parti del mondo. Tuttora vive tra Roma e Boston.
La Spata ha all’attivo alcune registrazioni ed un nuovo cd in uscita.
La sua particolarità artistica è la necessità di “variazione e personalizzazione” sentita nei confronti del brano: Spata è alla continua ricerca di personali musicale. Un’altra delle sue caratteristiche musicali è l’avere usato il dialetto siciliano come lingua per scrivere alcuni testi su brani di jazz.

 

DICONO DI LEI
Cinzia Spata, dotata di amplissima estensione vocale ha coltivato questo suo mezzo estremamente malleabile alla Berklee impreziosendolo come strumento dalle sfaccettature impensabili. Qui passa da un sovracuto al registro grave con dei portamenti elettrizzanti e con altrettanta disinvoltura. Il tutto non come virtuosismo a sé, ma incastonato in un discorso musicale di una maturità inattesa. (G. Barazzetta – L’Avvenire )

La sua voce malleabile e vibrante sembra rifarsi a quell’asse di sperimentazione bianca che ha tra le sue protagoniste S. Jordan, N.Winstone…un piede nella tradizione, l’altro nel futuro del canto senza parole, della strumentalizzazione della voce anzi nella sua trasformazione in un suono della natura inanimata : vento, pioggia, stormire di fronde.
(Claudio Sessa – Musica Jazz )

Cinzia Spata cantante tra le più gradite agli intenditori e tra le più lodate dalla critica. Ma ancor più conta la sua concezione” strumentale ” del canto, la stessa che informa oggi i fenomenali vocalismi di Bob Mc Ferrin, che si unisce in lei a una naturale dimensione mediterranea. Ne scaturiscono suoni puri, accenti e sfumature che si innestano perfettamente nel Jazz europeo più attento ad affrancarsi dai modelli americani.
(Franco Fajenz)

 

IL PROGETTO
La cantante, compositrice ed autrice di testi, presenta un progetto basato sul rapporto Musica/Testo, in cui riscopre il gusto per l’uso del suono del dialetto di provenienza e dalla lingua madre nel canto. Il repertorio è basato su brani originali in dialetto siciliano, elaborazioni di canti tradizionali della musica siciliana e riarrangiamenti di brani di cantautori italiani (come De Andrè e Fossati), proposti in chiave jazz. Nel repertorio sono presenti brani di bossa nova con testi in italiano.
L´interesse, il successivo lavoro sulla riscoperta dei canti antichi tradizionali siciliani e la coniugazione di essi con il jazz, sono nati negli anni `80, ancor prima della riscoperta della validità della musica etnica da parte dei media.
Con questo progetto Cinzia cerca di trovare un nuovo sound vocale, tentando di mettere in relazione parole e musica e provando ad attribuire il giusto valore ai testi e alla loro interpretazione. Il Cinzia Spata Trio annovera, oltre alla stessa, due delle più affermate jazziste italiane Ada Rovatti e Patrizia Scascitelli, rispettivamente ai saxes ed al pianoforte.

 

VALENZA REGIONALE
Sicilia